Back to Top

Portomaggiore

Finalmente si rientra in campo, con la prima amichevole, dopo mesi di fermo a causa del Covid-19 che ha bloccato tutti i campionati 19-20.

I ragazzi di Coach Cruciani partono con un 3-2 in casa della Pallavolo Motta, una sconfitta che ha però mostrato tanta voglia di tornare a giocare e di dimostrare, ma soprattutto tanta forza di rialzare la testa in momenti di difficoltà.

Portomaggiore scende in campo schierando in cabina di regia capitan Vanini e sulla diagonale l’ex di turno Albergati, i due schiacciatori sono Nasari e Graziani, al centro Quarta e Ferrari, libero Benedicenti.

Rispondono i padroni di casa con al palleggio Alberini, opposto Mian, di banda Scaltriti e Pinali (l’altro ex della partita), al centro Luisietto e Arienti, libero Battista.

Tenuti a riposo per Motta abbiamo Gamba e Tonello, mentre per Portomaggiore Ciccarelli e Zanni.
Il primo set parte a forte tinte bianco-verdi con i padroni di casa che mettono sotto pressione la ricezione di Portomaggiore con dei turni in servizio incisivi ma soprattutto continui.

La Sa.Ma. prova a reagire ma l’eccessiva tensione e la ricerca dei naturali meccanismi da prima uscita non le permettono di rispondere colpo su colpo.

Motta prende il largo e chiude agevolmente il primo set con il punteggio di 25-14.

Nel secondo set entrambe le squadre confermano i sestetti di partenza con la Pallavolo Motta che si conferma continua e cinica, trascinata da un super Mian (autore di 25 punti al termine della gara). Il set scorre via sulla falsa riga del primo con Portomaggiore che non riesce a prendere le misure del proprio gioco. Il set si conclude 25-11.

Quando tutto sembrava far pensare a un epilogo rapido a favore dei padroni di casa, ecco che Portomaggiore rialza la testa e inizia a tessere le proprie trame di gioco.

Entra Bragatto al posto di Ferrari e Gabrielli per Benedicenti nelle file giallo-blu, mentre i padroni di casa confermano l’intera formazione.

Inizia a diminuire la pressione al servizio di Motta grazie anche ad una linea ricettiva della Sa.Ma. molto più attenta e sicuramente più positiva, questo permette a capitan Vanini di sviluppare al meglio il cambio palla. Ne traggono naturale giovamento Albergati e Graziani (11 e 12 punti) e tutta la squadra inizia ad avere maggiore fiducia. Si arriva in parità nella zona calda del set e in questo momento fa il suo ingresso ‘Ice Man’ Riccardo Cardia, che con il suo solito ingresso in campo al servizio dà il via al break decisivo che porta gli ospiti ad accorciare le distanze (20-25).

Inizia la girandola dei cambi nella quarta frazione, Cruciani cambia la diagonale inserendo Marzola al palleggio, il quale torna a vestire i panni da giocatore a causa del leggero risentimento riscontrato in settimana da Zanni, sulla sua diagonale confermato Cardia, di banda Graziani e Masotti, al centro Quarta e Bragatto, libero Gabrielli. Motta risponde sostituendo Arienti con Basso e Saibene per Scaltriti.

Portomaggiore continua a macinare gioco e mette sotto pressione un Motta che sembra aver perso la brillantezza iniziale. Graziani inizia a trovare continuità sia da prima che da seconda linea, Masotti e Gabrielli danno equilibrio in ricezione e difesa. Il set scorre via liscio, anche grazie ad una continuità al servizio che finalmente da i frutti sperati. Il set termina 25-18 per i giallo-blu e si va al tie break.

Ancora cambi per Cruciani che mette a riposo Graziani, e reinserisce Nasari in diagonale con Masotti. Si rivede anche Benedicenti per Gabrielli. Motta conferma la formazione scesa in campo nel set precedente. Portomaggiore sembra inarrestabile e allunga fino al 12-6, ma quando proprio sembra fatta, ecco un turno al servizio del centrale veneto Basso che permette ai suoi di rientrare nel match. Portomaggiore si blocca e Cruciani chiama time out. Sul 13-13 è Nasari che mettendo a terra un attacco da posto 4 concede il primo match point ai suoi. Alberini non concede sconti e serve magistralmente Luisetto. Turno al servizio di Saibene che tira fuori il famoso coniglio dal cilindro mettendo in campo un servizio corto in zona 1 che sorprende la linea ricettiva ospite. Quarta ha la possibilità di mettere a terra il 14 pari ma viene difeso e un diagonale di Mian chiude set e partita.

Tante le cose positive da portare con sé dopo questo primo test match, sicuramente l’essere tornati a giocare è la cosa più importante, ma soprattutto il non aver mollato dopo un inizio difficile fa ben sperare sul carattere di questa squadra. Una prestazione in crescendo, fatta contro una delle squadre più attrezzate di questo girone, è un qualcosa che permette di comprendere che la strada intrapresa è quella giusta. Portomaggiore proverà a dar del filo da torcere a tutti e se questo è l’antipasto non resta che continuare così.

HRK Pallavolo Motta di Livenza – Sa.Ma. Portomaggiore FE 3-2 (25-14 25-11 20-25 18-25 16-14).

HRK Pallavolo Motta di Livenza: Mian 25, Pinali 15, Arienti 9, Luisetto 7, Alberini 4, Scaltriti 3, Saibene 3, Basso, Battista L, Tonello ne, Gamba ne, Nardo ne.

Sa.Ma. Portomaggiore: Graziani 12, Albergati 11, Nasari 8, Cardia 5, Masotti 5, Bragatto 5, Quarta 5, Marzola 2, Ferrari 1, Vanini, Benedicenti L1, Gabrielli L2, Ciccarelli ne.

HRK Pallavolo  Motta di Livenza: Errori Battuta 21, Battute Punto 10, Muri 13, Ricezione Perfetta 32%, Ricezione Positiva 57%.

Sa.Ma. Portomaggiore: Errori Battuta 16, Battute Punto 3, Muri 7, Ricezione Perfetta 26%, Ricezione Positiva 46%.

Abbiamo contattato il nostro capitano Andrea Vanini per farci raccontare le sue impressioni su queste prime settimane di allenamento e sull'avvicinarsi del test match che ci sarà domani, Sabato 26 Settembre, a Motta.
“Le impressioni su queste prime settimane di allenamento sono sicuramente positive. C’è tanta voglia di tornare alla normalità e di fare pallavolo. La voglia di tornare a giocare che si dimostra in palestra è davvero tanta, tantissima. Purtroppo lo stare fermi tutti questi mesi a causa del Covid si fa sentire e questo si nota soprattutto sul concetto di gioco, ambito in cui ci stiamo allenando davvero tanto e bene. Stiamo lavorando molto anche dal punto di vista fisico in modo da farci trovare pronti il 18 Ottobre quando ci sarà l’inizio del campionato con il debutto in Serie A3. Una prima tappa d’avvicinamento all'inizio della stagione è l’amichevole contro la Pallavolo Motta di sabato 26 Settembre. Sarà per noi il primo Test dopo mesi di fermo e avverrà contro una delle squadre più accreditate del nostro girone, e questo ci permetterà di capire a che punto siamo e quali sono i nostri pregi e i nostri difetti dal punto di vista di gioco così da poterci andare a lavorare meglio in vista dell’esordio contro Macerata.”

Manca poco al primo appuntamento al palazzetto dello sport di Portomaggiore, il raduno è infatti previsto per il 24 agosto, ma la Sa.Ma. Portomaggiore FE è già all’opera da almeno inizio luglio.

Matteo Lunati ci spiega come si è approcciato alla preparazione fisica degli atleti dopo i mesi di fermo del lockdown dovuto al Covid-19.

“Al completamento della rosa, ho avuto il via libera per contattare singolarmente ogni atleta per un primo approccio lavorativo

In accordo con staff tecnico e sanitario, abbiamo raccolto in via telematica questionari di anamnesi personali relativi a pregressi infortuni, abitudini lavorative e metodologiche. Il secondo passo è stato far pervenire dei protocolli di allenamento a ciascun atleta; in questa fase, solitamente denominata OFF-SEASON, è stata strutturata in due fasi:

  • Luglio 2020 – molteplici protocolli di lavoro a corpo libero o con richiesta ridotta di materiali; si è “giocato” maggiormente nella modifica dei parametri e somministrazione degli esercizi piuttosto che sui carichi di lavoro.
  • Agosto 2020 (sino al raduno) – serie di schede da svolgere possibilmente in una sala pesi attrezzata; in questo periodo di tre settimane è stata impostata un lineare diminuzione del volume, ma comunque tale da avviare il processo di ADATTAMENTO ANATOMICO. L’intensità del carico è “clinica” ovvero, l’atleta deve modularlo autonomamente (in questo caso aumentarlo) al modificarsi del volume di lavoro richiesto. Il tutto da integrare con almeno una seduta di tipo CARDIO che può essere svolta con dei circuiti di tipo metabolico (come per la fase precedente) o con sessioni di puro cardio attraverso attività come corsa, bike, nuoto o simili.

Aver una rosa sparsa per l’Italia non è semplice da gestire; in questa fase transitoria è stata sperimentata anche un’APP per smartphone e PC per monitorare i ragazzi.

REVOO (undefined) è un’app di fase di beta testing che permette di monitorare il lavoro degli atleti da remoto: una volta caricata la scheda da parte del preparatore, ogni singolo atleta può visualizzarla sul proprio smartphone e seguire la pianificazione. Risulta ottima per i lavori a distanza in quanto ogni modifica di carico o volume da parte del singolo atleta, viene rilevata e visualizzata anche da remoto dal preparatore.

Casualmente ho conosciuto Davide Presutti CEO e Co-Founder di REVOO, ed essendo affine alla tecnologia ho voluto testare questa APP; sinceramente mi piace molto e spero di definire una collaborazione nel tempo con questa azienda.

Nel frattempo, dopo l’uscita del calendario, ho pianificato a lungo termine il lavoro di circa 4 mesi; questo “piano di battaglia” delinea le strategie generali di gestione del gruppo dal punto di vista atletico. Il lavoro tecnico-tattico e l’evoluzione delle attività detterà eventuali modifiche.

L’unica certezza metodologiche è che la preparazione deve preparare strutturalmente e fisiologicamente la squadra al lavoro stagionale. Pensare di lavorare “forte” per un breve periodo non garantisce “benzina”; l’obiettivo è garantire alto livello di performance gestendo i fisiologici cali.

Questo format di campionato, che non prevede retrocessioni, permette anche a noi di far esperienza e di rischiare qualcosa nella sperimentazione di nuove metodiche di lavoro”.

Diamo quindi il via al countdown della preparazione atletica che inizierà tra 4 giorni al Palazzetto dello Sport di Portomaggiore. Vi ricordiamo che ad oggi, tutti gli appuntamenti previsti in palestra prima dell’inizio del campionato saranno a porte chiuse. Vi invitiamo pertanto a seguirci sulle nostre pagine e a rispettare oggi queste restrizioni per stare un domani di nuovo tutti insieme!

E’ terminata ieri sera la prima settimana di allenamento per i giocatori della Sa.Ma. Portomaggiore FE.

Gli allenamenti si sono svolti tutti al Palasport di Portomaggiore a porte chiuse in accordo con le disposizioni anti-Covid.

I ragazzi sono stati seguiti dal secondo allenatore Marco Marzola e dal preparatore atletico Matteo Lunati, sempre in contatto con il primo allenatore Simone Cruciani impegnato con la Nazionale Pre juniores.

Le giornate si sono divise tra visite mediche e fisioterapiche, seguite da Leonardo Von Prondzinski, Tommaso Cavicchi e Giulia Pampani, e preparazione atletica in palestra.

“Sono molto contento della professionalità e la voglia di fare che stanno dimostrando i ragazzi sia durante le sedute fisiche che tecniche – ci riferisce Marco Marzola - Sicuramente i sei mesi di stop a causa del Coronavirus si fanno un po' sentire, ma lavorando bene come stiamo facendo ora sono sicuro che ognuno tornerà presto ai propri standard. Stiamo proponendo ai ragazzi esercizi di grande impegno dal punto di vista fisico per prepararci ad una stagione che dal 18 ottobre non avrà praticamente pause se non quella a cavallo di capodanno. Man mano prenderà sempre più spazio e tempo la parte tecnica e tattica. Vedo i ragazzi con una gran voglia di fare pallavolo e presto saranno tutti accontentati”.

Ora pausa di due giorni per tutti e appuntamento a lunedì in palestra.

Entra a far parte della nostra famiglia giallo blu in Serie A3! 💛💙
Vuoi sostenerci? 💪
Insieme siamo più forti! 💥💥💥
.
Per tutte le informazioni:
Giorgio 337591729
Emanuele 3385350052

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. . Può conoscere i dettagli consultando la Normativa privacy policy accedendo al link a fianco. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Garante Privacy e Normativa